FiorenzuolaToday

← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

"A San Protaso c'è chi preferisce abbandonare i rifiuti a terra vicino ai bidoni, non al loro interno"

Redazione

Località San Protaso · Fiorenzuola d'Arda

Ogni nucleo famigliare, negozio o azienda, dispone dei contenitori per la raccolta differenziata pota a porta. Lungo la strada ci sono invece quelli dedicati alla plastica e al vetro. A San Protaso, frazione di Fiorenzuola, qualcuno preferisce abbandonarli a terra. "Perché non fare un minimo sforzo per sollevare l'apertura dei contenitori?" - si chiede un nostro lettore che ci ha inviato queste due fotografie.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • In altri paesi del piacentino il problema e' simile; vede quei sacchi neri davanti alla campana della plastica? probabilmente c'è dentro di ogni.. per esperienza personale posso garantire che parecchie famiglie di extracomunitari se ne sbattono di fare la raccolta differenziata e buttano nei sacchi qualsiasi cosa, poi li depositano NOTTETEMPO davanti alla campana della plastica o vetro (sanno che e' vietato), ed in piu', a volte ci depositano pure mobili o cose simili. Ci vorrebbe cosi poco portare le cose in discarica, ma loro son piu' furbi.. e' piu' comodo buttare i sacchi vicino alle campane, tanto anche se li tanano le multe non vengono fatte e qualche operaio del comune che va a raccattare i loro sacchi sempre si trova..

    • Guardi, se vogliamo parlare della discarica, stendiamo un velo pietoso. Le dico solo che la discarica, alla mattina, chiude alle 11.30. Il tutto nell'impotenza dell'Amministrazione che non è mai stata capace di battere i pugni sul tavolo con Iren, ed è sempre stata succube dei meccanismi da questa imposti (vedi anche tassa rifiuti). Se vogliamo inoltre parlare del comportamento degli operatori Iren/Orto Botanico alla guida dei mezzi di raccolta (che non sono i loro), butti via il velo pietoso e mi procuri un lenzuolo! Precedenze mancate, stop non rispettati, veicoli in sosta/fermata nei pressi di curve cieche, veicoli guidati su aree pedonali. Quindi, facendo ordine, secondo me la colpa di queste situazioni è un buon 50% di codesti incivili (che, non creda, sono anche e soprattutto italiani, magari più borbonici che asburgici...), ma l'altro 50% è solidale e indiviso tra Comune, Iren e Orto Botanico.

Segnalazioni popolari

  • Cronaca

    «Esami lumaca alla motorizzazione, serve molta pazienza per la patente»

  • Politica

    Boeri (5 Stelle): «I leader candidati sono ineleggibili al Parlamento Europeo»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento