FiorenzuolaToday

Cadeo, "Maggio in strada" e un patentino per diventare cittadini responsabili

Comune di Cadeo, Polizia Municipale e Scuola, i tre partner delle giornate dedicate alla sicurezza stradale organizzate presso l'Istituto Comprensivo di Cadeo e dedicate ai piccoli della Scuola dell'Infanzia e a quelli della primaria

I protagonisti dell'iniziativa

Cadeo, bambini responsabili e "patentati". Tre sono state le giornate dedicate alla sicurezza stradale organizzate presso l'Istituto Comprensivo di Cadeo e dedicate ai piccoli della Scuola dell'Infanzia e a quelli della primaria. Comune di Cadeo, Polizia Municipale e Scuola i tre partner promotori degli eventi. «Questa mattina vedere i piccoli di soli cinque anni mettersi alla prova tra la segnaletica stradale con occhio attento e responsabile è stata una bella soddisfazione - - ha dichiarato Marco Bricconi, sindaco di Cadeo -. Queste giornate di educazione stradale sono il tentativo di far passare un apprendimento precoce di norme e comportamenti che possono divenire un vero e proprio stile di vita una volta cresciuti.  Tra questi vorrei che per i nostri ragazzi ci fosse anche la cura dell'ambiente, un bene comune che deve essere tutelato e rispettato».

Nel cortile del plesso scolastico i bambini della Scuola dell'Infanzia si sono cimentati in un circuito stradale a bordo delle loro due ruote. Tutti in sella della propria bicicletta personale, si sono misurati in un percorso stradale allestito nel cortile della scuola, arricchito anche qui dai segnali stradali. In premio un patentino, che "attesta" l'impegno e il ricordo di una bella mattinata all'aperto. Esperienza già vissuta giovedì 17 maggio dai bambini di quarta elementare, tra per corsi fatti a tempi record e qualche "multa" per aver invaso i marciapiedi con la bici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I piccoli della prima elementare hanno invece partecipato alla passeggiata in paese alla ricerca della segnaletica stradale, guidati dall'ispettore capo Francesco Bardetti. Su e giù per le vie del paese per imparare il significato della segnaletica verticale e orizzontale. «Hanno posto all'ispettore numerosi quesiti ai quali lui ha risposto con grande disponibilità - spiega il vicesindaco Marica Toma, che ha accompagnato i piccoli nel percorso-. A lui un grazie da parte dell’Amministrazione per il lavoro educativo che sta svolgendo». Il vicesindaco durante la “passeggiata” ne ha approfittato per spiegare agli studenti i segnali del defibrillatore posto davanti al Municipio e il suo uso all'interno di un percorso di consapevolezza e sicurezza sul territorio. «Queste attività che realizziamo ogni primavera con i bambini sono in linea con il nostro impegno a costruire un territorio sostenibile e cittadini responsabili - ha spiegato l'assessore Massimiliano Dosi -. Da una parte il lavoro educativo a fianco dalla Scuola, dall'altra gli interventi concreti su Roveleto e Frazioni: i nuovi attraversamenti pedonali, la riqualificazione del controviale e non per ultima la sostituzione della segnaletica orizzontale e verticale, iniziata nel 2017 a Roveleto e che prosegue oggi nelle frazioni, ne sono la prova concreta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • "Litigano" su Twitter, poi s’incontrano a Piacenza e ora convolano a nozze

  • Spostamenti tra regioni e viaggi: cosa si può fare (e cosa no) da oggi 3 giugno

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

Torna su
IlPiacenza è in caricamento