FiorenzuolaToday

Calza e Trespidi a confronto: «La politica ha il compito di legare e non dividere la comunità»

Il sindaco di Gragnano e il consigliere comunale di Piacenza protagonisti del dibattito sul tema “Se il Signore non costruisce la città. La politica al servizio della Comunità”

Il sindaco di Gragnano Patrizia Calza e il consigliere comunale di Piacenza Massimo Trespidi a confronto nei giorni scorsi a Fiorenzuola sul tema “Se il Signore non costruisce la città. La politica al servizio della Comunità”.

Nel corso dell’incontro, organizzato nel salone Acli e moderato da Federico Franchi sono stati toccati numerosi temi e le principali parole emerse sono state: competenze, partecipazione, mediazione e pazienza. Dopo aver raccontato le propria esperienza, Calza e Trespidi si sono soffermati su alcuni aspetti della politica contemporanea. Patrizia Calza ha posto l’enfasi sul fatto che «oggi il bene comune viene inteso come la soluzione del bene individuale quando, al contrario, il bene comune è un bene relazionale che nasce dalla reciprocità, si genera e si rigenera grazie alla partecipazione di tutti». Trespidi, ricordando le parole di Papa Francesco, ha sottolineato come «vi sia una certa “retrotopia”, che porta a camminare in avanti con lo sguardo rivolto all’indietro» e che «la politica deve avere il compito si saper guidare i processi storici, ruolo che, al contrario, è occupato dalla finanza che spersonalizza e causa la frantumazione dei rapporti umani».

È stato poi ricordato che «la politica ha il compito di legare e non dividere la comunità e deve avere un ruolo di mediazione, mentre oggi si ha la percezione che questa rappresenti un ostacolo alla soluzione delle problematiche». Entrambi gli ospiti, hanno rimarcato la mancanza di formazione, «strumento indispensabile per acquisire competenze e prevenire superficialità ed improvvisazione che oggi, purtroppo, sembrano avere il sopravvento con conseguenze sul piano legislativo e amministrativo». Il Sindaco di Gragnano ha constatato come anche le parrocchie, per paura di essere fraintese, abbiano rinunciato alla formazione pre-politica.

Sul ruolo dei cattolici in politica Calza e Trespidi hanno concordato sul fatto che «ormai questi siano una minoranza». Trespidi ha poi sottolineato come si stia «vivendo un cambiamento d’epoca» e, richiamando una riflessione di Papa Francesco, vi sia «la necessità da parte dei cattolici di recuperare il valore della testimonianza». L’ex presidente della Provincia ha poi posto l’accento sulla tendenza fuorviante a «ridurre il confronto politico di oggi ad un dualismo tra estremi quali populismo, il grande equivoco che punta su una società ripiegata su se stessa, ed élite».

L’incontro si è chiuso con un suggerimento ai giovani che vogliono approcciarsi alla politica. Dagli interventi di Calza e Trespidi è emerso che «è importante comprendere il motivo che li spingono a questa scelta e di chiedersi cosa si aspettano dalla politica.  Sono fondamentali inoltre due elementi quali la pazienza, ovvero il tempo per imparare ad ascoltare e fare gavetta e partire dal basso con un impegno a livello locale e acquisire competenze per rendere efficacie l’azione politica, e la perseveranza nel raggiungere gli obiettivi».

Potrebbe interessarti

  • Le proprietà benefiche dove non te le aspetti: il gin tonic

  • «Pendolari "sequestrati" sul nuovo treno Rock»

  • Animali domestici, norme da rispettare e diritti e doveri dei proprietari

  • L'aceto e i suoi utilizzi meno noti

I più letti della settimana

  • Via Mazzini, muore neonato di tre mesi

  • Muore schiacciato dal furgone che si ribalta

  • Travolta da un treno nella notte, muore a 25 anni

  • E' un giardiniere 48enne di San Giorgio l'uomo morto schiacciato dal suo furgone

  • Auto si ribalta nel canale dopo il frontale con un furgone: tre feriti, uno grave

  • Si dà alla fuga dopo lo schianto, rintracciato dai carabinieri: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento