FiorenzuolaToday

Caorso, Callori porta in Consiglio comunale Fratelli d'Italia e punta all'apertura di una sezione locale

Il vicesindaco Fabio Callori: «Vogliamo dare voce alle esigenze dei cittadini; già diverse persone hanno mostrato interesse a tale linea politica»

Fabio Callori

«E’ la prima volta che in Consiglio comunale a Caorso siedono rappresentanti di Fratelli d’Italia, movimento che intende dare voce alle esigenze dei cittadini; già diverse persone hanno mostrato interesse a tale linea politica ed è con soddisfazione che riscontro attenzione e considerazione da persone di differenti fasce di età». E' l'intervento del vicesindaco Fabio Callori a seguito della sua adesione a Fratelli d’Italia: a Caorso ha costituito il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia del quale è Capogruppo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A breve - prosegue Callori - sarà convocato un incontro per presentare appuntamenti ed eventi anche nell’imminenza delle prossime elezioni amministrative ed europee del 26 maggio e sarà l’ occasione per decidere l’apertura della sezione caorsana di Fratelli d'Italia. In tale occasione saranno rese pubbliche anche le idee e i progetti che si intendono realizzare a favore della popolazione. Oggi i cittadini - conclude l'esponente di Fratelli d'Italia - chiedono risposte veloci e concrete per le loro problematiche e questo sarà possibile grazie ai collegamenti diretti con i vari livelli istituzionali, sia da parte dell'onerovole Tommaso Foti che del Consigliere regionale Giancarlo Tagliaferri che si adopereranno per fornire solleciti riscontri».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all’incrocio: tre feriti, gravissima una ragazza

  • Fontana: «Il virus girava da mesi, Piacenza è la provincia con i numeri peggiori»

  • Carabinieri chiamati per una lite trovano il bar pieno di gente, multa e locale chiuso

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

  • Un matrimonio in sospeso ma l'attività appena inaugurata riparte: Marco e Elisa, osti a Rompeggio

  • Al via anche a Piacenza l’indagine che mapperà il Covid, 700 le persone coinvolte

Torna su
IlPiacenza è in caricamento