FiorenzuolaToday

Cartelle di Equitalia mai notificate, rinviata a giudizio. Danni per migliaia di euro

E’ stato chiesto il rinvio a giudizio per l’addetta alla consegna della notifica delle Cartelle Equitalia che, in realtà, non sarebbero mai state consegnate ai destinatari. I danni ammontano a migliaia di euro. Oltre mille i cittadini che sarebbero state vittime della scomparsa delle notifiche

E’ stato chiesto il rinvio a giudizio per l’addetta alla consegna della notifica delle Cartelle Equitalia che, in realtà, non sarebbero mai state consegnate ai destinatari. La donna, una 30enne piacentina, è indagata per falso. La richiesta era stata avanzata dal sostituto procuratore Roberto Fontana al giudice per le indagini preliminari. Secondo le accuse della procura, la donna avrebbe detto di aver depositato la notifica, nel settembre 2016, al Comune di Castelvetro. Ma l’incaricata avrebbe mentito, secondo il pm perché aveva detto di aver lasciato un avviso - mentre invece non era vero. Un dettaglio, poi, non quadra: la raccomandata del deposito è stata spedita da Roma il 2 settembre e consegnata in Comune il giorno dopo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la donna, però, non è questa l’unica indagine in cui è incappata. La 30enne, infatti, è indagata sempre per falso in una inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Matteo Centini. L’incaricata della consegna non raggiungeva i luoghi dei destinatari, ma diceva di non averli trovati - non c’era il nome né il numero civico - e lasciava l’avviso in deposito al Comune. Le persone hanno scoperto che qualcosa non andava quando, dopo anni, si sono visti contestare da Equitalia sanzioni maggiorate per non aver pagato le prime cartelle - di cui loro non erano a conoscenza, perché non erano mai state consegnate le notifiche. I danni ammontano a migliaia di euro. Oltre mille i cittadini che sarebbero state vittime della scomparsa delle notifiche. La procedura prevede che la notifica venga portata a casa. Se non risponde nessuno viene lasciato un avviso e poi lo si lascia anche alla casa comunale (il Comune).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta dopo lo schianto contro il terrapieno, muore un uomo

  • Precipita dal sesto piano, muore un giovane

  • Incastrato nell'auto ribaltata, grave incidente in via Colombo

  • Assalto al bancomat nella notte, il colpo va a segno

  • Sbanda per una vespa nell'abitacolo e si schianta contro un terrapieno di cemento

  • Intossicato mentre lavora in una cisterna, operaio gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento