FiorenzuolaToday

Centro paralimpico di Villanova, a febbraio partono i lavori all’esterno

Approvato all’unanimità da parte dei sindaci il piano Ausl. Baldino: «Piacenza ha avuto molto dalla Regione». Fontana: «Soddisfatti per la ripartizione dei fondi» Il sindaco di Bobbio Pasquali chiede tempistiche certe per la partenza della ristrutturazione dell’ospedale di comunità

Il piano di finanziamenti dell’Ausl di Piacenza per il 2019 è stato approvato all’unanimità dai sindaci del territorio. Il direttore generale dell’azienda Luca Baldino ha espresso soddisfazione per la ripartizione delle risorse sulle province emiliano-romagnole. Questa volta Piacenza risulta essere, numeri alla mano, uno dei territori che ha più beneficiato dei finanziamenti. «Piacenza ha avuto molto in proporzione – è il parere di Baldino -, se togliamo dai 302 milioni di euro quelli per l’ospedale di Piacenza e per quello di Carpi, sono arrivati tanti finanziamenti». D’accordo anche la presidente della Conferenza socio sanitaria, il sindaco di Castelsangiovanni Lucia Fontana. «Questa è una befana anticipata, non può che soddisfare questa ripartizione di risorse sui territori. Sono state accolte le richieste formalizzate da questa Conferenza alla Regione». Ha ringraziato l’Ausl il sindaco di Lugagnano Antonio Vincini: il paese della Valdarda è stato scelto per ospitare la nuova Casa della Salute dell’Alta Valdarda. «In tempi brevissimi siamo riusciti ad ottenere i fondi, ringraziamo Baldino per il risultato». Stessi apprezzamenti sono stati rivolti dal sindaco di Bettola Paolo Negri, che vedrà demolire la scuola per fare spazio a una Casa della Saluta più ampia: «Soddisfatti per Bettola, avrà un’opera migliore per la Valnure». «Il presidente della Regione Bonaccini – è intervenuto anche il sindaco di Bobbio Roberto Pasquali - ha capito la bontà degli interventi proposti. Però ci vogliono tempi certi su questi interventi, purtroppo ci sono ritardi per l’ospedale di comunità di Bobbio, la gente chiede quando si sistemerà la struttura definitivamente». «Negli ultimi sei mesi – ha risposto l’ingegner Baldino - abbiamo sistemato diversi problemi dell’ospedale di Bobbio. I lavori strutturali partiranno entro la fine dell’anno. Una parte di questi lavori, come il parcheggio sul retro, verrà finanziato con fondi aziendali. Per le nuove Case della Salute partiremo con i progetti appena ci sarà la firma dell’accordo di programma. A Bobbio siamo più avanti, a Fiorenzuola potremo far partire la gara di progettazione nei primi mesi del 2020». Per quanto riguarda il Centro paralimpico di Villanova (che prenderà il posto dell'ospedale e dovrebbe aprire, secondo il cronoprogramma, entro il 2022) si è già conclusa la fase di progettazione, manca solo un parere del Coni. «A breve - ha concluso Baldino - si dovrebbe entrare nella fase della gara per i lavori di sistemazione della struttura, contiamo per febbraio-marzo di iniziare con i lavori esterni come la piscina e la pista d’atletica. Quelli interni poi partiranno solo quando sarà trasferita l’unità spinale all’ospedale di Fiorenzuola».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore travolta da un tir, stava andando a lavorare

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Travolta in bici da un tir, muore una donna

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Travolti da un'auto dopo un incidente: tre feriti, uno è un carabiniere

Torna su
IlPiacenza è in caricamento