FiorenzuolaToday

Brusamonti lascia il Consiglio dopo diciotto anni, «Pensate positivo e riconoscete i vostri errori»

Al suo posto siederà il 48enne Carlo Marchetta, primo dei non eletti nel 2016 della lista “Noi di Fiorenzuola con Brusamonti sindaco”. Brusamonti: «Tempo assorbito da lavoro e impegni che non mi consentono di approfondire questo ruolo»

Il presidente del Consiglio comunale Andrea Pezzani con Brusamonti

Dopo diciotto anni il 52enne Giuseppe Brusamonti lascia i banchi del Consiglio comunale. Al fianco di Sara Lusignani e Paolo Savinelli siederà ora il 48enne Carlo Marchetta, primo dei non eletti nel 2016 della lista “Noi di Fiorenzuola con Brusamonti sindaco” e figlio del dottore ed ex consigliere comunale di centrodestra, Luigi Marchetta. Lo votarono in 208. Prima di lasciare l’aula e il posto a Marchetta, Brusamonti ha voluto motivare la sua scelta e ringraziare i colleghi consiglieri che lo hanno salutato con un applauso. «Il tempo è stato assorbito dal lavoro (è titolare di una ditta di autotrasporti e ricopre alcune cariche in Cna ndr) e da altri impegni che non mi consentono di approfondire il ruolo di consigliere comunale. Al di là dell’esperienza alle spalle Carlo Marchetta-2questo incarico richiede la necessità di tempo che ad oggi non riesco a mettere a disposizione. Non abbandono la politica (è iscritto al Pd ndr) ma sarò sempre qui, nella “mia” città in modo più defilato». «E’ stata una scelta serena e allo stesso tempo difficile – ha aggiunto - ma dopo quindici anni da amministratore e tre da consigliere di minoranza, credo sia arrivato il momento di dedicare la vita ad altre cose (è sposato con tre figli ndr)». Poi ha tracciato un breve bilancio di questi anni da assessore e consigliere: «Penso di aver lavorato con interesse e passione per le cose e ho ricevuto grandissime soddisfazioni. Sono stati anni entusiasmanti nei quali tanto è stato fatto per servire la città e cercare di dare risposte e soluzioni con etica e coscienza. Mi ritengo fortunato di aver svolto determinati ruoli e compiti che penso siano stati svolti bene; e di essermi occupato di tematiche quali il Commercio e lo Sviluppo Patrimoniale». Infine ha voluto esprimere un consiglio ai consiglieri: «Pensate positivo e riconoscete i vostri errori, cercate di chiedere scusa quando occorre».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Raduno del Secondo Raggruppamento Alpini, come cambia la viabilità

Torna su
IlPiacenza è in caricamento