FiorenzuolaToday

Droga e alcol alla guida, ritirate 4 patenti. Multato anche un autista di autobus

Controlli straordinari della polizia stradale di Piacenza a Fiorenzuola con l'ausilio di personale medico e della croce rossa

Il controllo della polizia stradale (foto Trespidi)

Controlli straordinari della polizia stradale di Piacenza durante il fine settimana. Un servizio mirato soprattutto alla repressione della guida sotto l'effetto di alcol o droghe. Il servizio “repressione stragi” insieme agli agenti della sezione Polizia di Parma, con la preziosa collaborazione della Croce Rossa Italiana, che ha garantito la presenza di personale e mezzi, oltre al  supporto di personale medico e infermieristico in forza presso l’ufficio sanitario della Polizia di Stato di Piacenza. 

I controlli effettuati a Fiorenzuola hanno permesso di sottoporre alla prova alcolemica e tossicologica 84 conducenti, 52 uomini e 32 donne, due dei quali sono risultati positivi all’accertamento alcolemico con tassi ricompresi fra 0,5 e 0,8 g/l (circostanza che prevede una sanzione amministrativa da euro 544,00 a euro 2.174,00 oltre alla sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da tre a sei mesi).

Contestualmente sono stati effettuati quattro test di screening finalizzati ad accertare l’assunzione di sostanze stupefacenti/psicotrope ad altrettanti conducenti che, ad un esame obiettivo, manifestavano sintomi di alterazione psico/fisica correlati ad assunzioni di stupefacenti.  

Dai test effettuati due conducenti (piacentini maschi di 23 e 40 anni) sono risultati positivi all’assunzione di  cannabis pertanto, i campioni prelevati dai sanitari della Polizia di Stato, verranno inviati, per le successive analisi, presso il Centro Ricerche di laboratorio e Tossicologia Forense della Direzione Centrale di Sanità di Roma e, in caso di conferma della positività all’accertamento, verranno segnalate all’autorità giudiziaria.
In totale sono state ritirate quattro patenti di guida di cui due a scopo cautelativo.
Durante il servizio è stato altresì controllato il conducente di autobus autorizzato al noleggio con conducente, senza passeggeri a bordo: sottoposto al test alcolemico, è risultato avere un tasso alcolemico compreso tra 0 e 0,5 gr./lt.
Trattandosi di conducente professionale, la norma non consente, così come per i conducenti professionali adibiti al trasporto di cose ed i neo patentati nei primi tre anni dal conseguimento della patente, di guidare dopo aver assunto sostanze alcoliche anche se in minime quantità. Il conducente professionale, piacentino di 51 anni, è stato pertanto verbalizzato con una sanzione amministrativa da euro 168,00 a euro 679,00 che prevede una decurtazione di punti 5 sulla patente. Al termine dell’accertamento, essendo il tasso alcolemico inferiore a 0,5 gr./lt e non essendo pertanto entro tale limite previsti ulteriori provvedimenti sulla patente e sul veicolo, il conducente ha potuto riprendere la guida.

«Come da disposizioni dipartimentali - spiega la Stradale di Piacenza in una nota - i controlli, finalizzati al contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, proseguiranno durante i fine settimana, soprattutto lungo gli itinerari maggiormente interessati ai punti di aggregazione giovanile del territorio piacentino».

controlli polizia stradale 01-2controlli polizia stradale 02-2

Potrebbe interessarti

  • Le proprietà benefiche dove non te le aspetti: il gin tonic

  • «Pendolari "sequestrati" sul nuovo treno Rock»

  • Animali domestici, norme da rispettare e diritti e doveri dei proprietari

  • L'aceto e i suoi utilizzi meno noti

I più letti della settimana

  • Via Mazzini, muore neonato di tre mesi

  • Muore schiacciato dal furgone che si ribalta

  • Travolta da un treno nella notte, muore a 25 anni

  • E' un giardiniere 48enne di San Giorgio l'uomo morto schiacciato dal suo furgone

  • Auto si ribalta nel canale dopo il frontale con un furgone: tre feriti, uno grave

  • Si dà alla fuga dopo lo schianto, rintracciato dai carabinieri: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento