FiorenzuolaToday

Da Carpaneto dispositivi di protezione individuale per il personale dell'ospedale di Fiorenzuola

Il sindaco Andrea Arfani: «Tante persone, privati e attività, hanno risposto, mettendo a disposizione il materiale». Eaccolte circa 320 tute, 900 paia di guanti, numerose mascherine, asciugamani, calzari

Il materiale donato all'ospedale di Fiorenzuola

«L'allerta e la quarantena non vogliono dire soltanto isolamento e sacrifici, ma anche consapevolezza del bisogno di altri, e voglia di dare una mano». Così il sindaco di Carpaneto Andrea Arfani annuncia la donazione di materiale ospedaliero all’ospedale di Fiorenzuola da parte della comunità del paese della Valchero. «Abbiamo raccolto l'appello, facendolo rimbalzare sui gruppi di vicinato, nei canali di comunicazione più rapida. Il riscontro è stato incredibile. Tante persone, privati e attività, hanno risposto, mettendo a disposizione tanto materiale, ritirato dalla Protezione civile del Gruppo Vega, con il coordinamento di Paolo Giovannini e Alex Anselmi. Gli operatori sanitari che utilizzeranno questo materiale stanno lottando per noi; il minimo che possiamo fare è aiutarli in tutti i modi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono state raccolte circa 320 tute, 900 paia di guanti, numerose mascherine, asciugamani, calzari. Tutto questo in trentasei ore. «Nell’emergenza le persone di Carpaneto hanno dimostrato il loro cuore, la loro bontà. Abbiamo concittadini semplicemente fantastici», dice il sindaco che ringrazia tutti i donatori: Logistica San Giorgio S.r.l.; famiglia Francesco Diotti; Paola Gandolfi e famiglia; Enrica Carini e Carini Cos.Mec. s.r.l.; Elisabetta Pinna e Davide Berzeri; Estetica Letizia; Giusy Confalonieri e Zanetti Marmi; Eugenio Corvi; Trattoria Paganuzzi; Pel.Co. s.n.c. di Gianfranco Calderoni; Martina Guarnieri; Tecnostrutture S.r.l. di Antonio Bertuzzi; Il Mattarello di Elena Antonelli. Una fornitura assortita di materiale è stata fatta recapitare direttamente all’ospedale da Camillo, Cleto e Severino Gallini. «Inoltre, sempre ieri abbiamo recuperato un po' di mascherine per i nostri operatori domiciliari, ritirate da Guglielmo Pighi della Pubblica Assistenza di Carpaneto; ciò in attesa che arrivino le altre, già ordinate. Il tutto è stato consegnato oggi pomeriggio. In un'altra giornata sfidante, con numeri ancora troppo alti di decessi, con ancora la diffusione del contagio, con nuove normative da assimilare, una nota di serenità, di altruismo, di Comunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Donna scomparsa, salvata sotto il diluvio dopo otto ore di ricerca

  • Non ce l'ha fatta il bambino di 2 anni salvato dall'annegamento in una piscina da giardino

  • Esce di casa e scompare nel nulla, al via le ricerche di una 45enne

  • Furti nei magazzini della logistica piacentina, maxi blitz all'alba con quaranta arresti

Torna su
IlPiacenza è in caricamento