FiorenzuolaToday

«Lavoratrice instancabile e solare». Filoteea muore a 22 anni

Nata in Romania, la giovane vittima dell'incidente di stanotte da diversi anni viveva a Fiorenzuola. Lavorava in alcuni bar della zona e amava il divertimento con gli amici e mamma Elena che lei considerava come la sua «migliore amica». Lo schianto con la sua auto contro un terrapieno non le ha lasciato scampo

La scena dell'incidente (foto Trespidi). Nella foto a sinistra Filoteea Furdui

Filoteea Furdui, romena ventiduenne, abitava a Fiorenzuola da diversi anni. Ha incontrato la morte lungo una strada bianca di campagna nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 settembre. Uno sterrato che scorre di fianco alla ferrovia tra Fiorenzuola e Chiaravalle e che conduce ad alcune aziende agricole. Qui poco prima dell’alba si è schiantata con la sua Volkswagen “Lupo” contro un terrapieno in un canaletto che costeggia il margine della stradina. Un impatto violento, purtroppo fatale. Nata in Romania, era arrivata nel capoluogo della Valdarda quando era ancora piccola e viveva con la madre e il fratello. Chi la conosce la descrive come una «lavoratrice instancabile», era impegnata in diversi bar e locali della zona e, ultimamente, nella panetteria di Lusurasco. Una ragazza solare e che amava il divertimento («godersi la vita – essere felici - è tutto ciò che conta», aveva scritto sui social) soprattutto con gli amici e mamma Elena che lei considerava come la sua «migliore amica». «Ti posso assicurare che la nostra (amicizia ndr) durerà davvero per sempre» si legge sotto ad una foto che ritrae Filoteea insieme alla madre, entrambe sorridenti in un locale della provincia. Una madre e l'altro suo figlio, che oggi piangono una figlia, una sorella. Un’amica. La piange anche il fidanzato Gianluca Leni.

L’incidente - È intorno alle 8 di sabato 14 settembre che un uomo, diretto in una di queste aziende agricole in località Case Orsi, ha notato l’auto con il vano motore accartocciato su se stesso e il parabrezza in frantumi, in un fossato di mezzo metro all’altezza di un terrapieno. Poi l’amara scoperta: all’interno dell’abitacolo si trovava la giovane, ormai priva di sensi. Scattato l’allarme la centrale operativa del 118 ha attivato l’ambulanza dell’ospedale di Fiorenzuola. Nel frattempo si era alzato in volo l’elicottero decollato dal Maggiore di Parma ma una volta giunto sul posto il medico non ha potuto fare altro che accertare il decesso della conducente: vani i tentativi di rianimarla. A causarne la morte sarebbero stati i trami al volto e al torace riportati nell’impatto. Ma la verifica dell’esatta dinamica dei fatti spetterà ai carabinieri della Stazione di Fiorenzuola e a quelli del Radiomobile. In ausilio ai sanitari è intervenuta anche una squadra dei vigili del fuoco.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il fungaiolo disperso in Valdaveto

  • Il "Borgo dei borghi" 2019 è Bobbio

  • Lo abbraccia e lo rapina del Rolex da 30mila euro

  • Gli alpini invadono Piacenza: la festa è grande!

  • Piacenza e provincia: gli eventi da venerdì 18 a domenica 20 ottobre

  • Cisterna trascinata dalla piena, vigili del fuoco e pontieri in azione per il recupero

Torna su
IlPiacenza è in caricamento