FiorenzuolaToday

Fiorenzuola oltre i confini, nuova missione umanitaria in Bosnia. Partenza mercoledì 14 maggio

La troupe della Val d’Arda è composta da 18 persone a bordo di due pulmini preceduti da un autocarro con rimorchio. E’ questa l’ultima delle tante iniziative umanitarie messe in campo dall’associazione fiorenzuolana che oltre alla cooperazione sociale decentrata, attua interventi umanitari a favore di persone di diversa nazionalità anche all’interno del nostro territorio nazionale

Lo scorso anno i volontari dell’associazione “Fiorenzuola oltre i confini” hanno donato, portandole direttamente, due auto ambulanze  ad istituzioni della Bosnia, donando inoltre indumenti, pannoloni e presidi sanitari. Tra qualche giorno un nuovo prodigio della solidarietà: la consegna di ulteriori attrezzature +e di materiale  sanitario all'Orfanotrofio Dom Porodica di Zenica e alla Casa di Riposo per anziani Ju Dom Za Stara. Un'altra tappa è prevista a Maglaj dove verranno consegnati un ecografo, letti e equipaggiamenti all'ambulatorio della città. 

Il  viaggio esaudisce una richiesta specifica pervenuta a Fiorenzuola da una ong locale e dai servizi sociali di Srebrenica, città tristemente famosa per il terribile genocidio perpetrato ai danni della minoranza musulmana durante la guerra. La città, al centro dell'attenzione mondiale subito dopo il conflitto, è oggi in gravi condizioni ma dimenticata da tutti. La richiesta è stata accolta da Fiorenzuola Oltre i confini, che risponderà portando  alimentari a lunga conservazione e materiale didattico

La troupe della Val d’Arda è composta da 18 persone a bordo di due pulmini preceduti da un autocarro con rimorchio. E’ questa l’ultima delle tante iniziative umanitarie messe in campo dall’associazione fiorenzuolana che oltre alla cooperazione sociale decentrata, attua interventi umanitari a favore di persone di diversa nazionalità anche all’interno del nostro territorio nazionale. 

Chi fosse interessato a dare una mano anche per le future attività può informarsi ai numeri telefonici 3355397798 o 0523 241242 o mandando una e-mail a: foic@libero.it .

Fiorenzuola oltre i Confini: l’identikit

1391188452-2

L'associazione nasce nel 1996 a seguito di una collaborazione iniziata un anno prima  durante il conflitto balcanico, artefici l'attuale presidente onorario dell'Associazione Sandro Loschi e il Provveditorato agli Studi del Cantone di Zenica-Doboj (Bosnia-Erzegovina). 

Le scuole della Bosnia in quel periodo sotto i bombardamenti e il lancio di granate, continuavano l’attività nelle cantine, ma erano prive di materiale didattico: una matita veniva spezzata in tre pezzi per poter soddisfare tutti gli alunni e al posto dei quaderni si utilizzava la carta da pacco. 

Nell’ambito della comunità di Fiorenzuola nacque allora l’idea di una raccolta di materiale didattico: Il 4 ottobre 1996 partì il primo gruppo di volontari con due pulmini carichi di aiuti. Sono passati anni e l’associazione si è affrancata: oggi conta circa 60 soci, 300 sostenitori e una ventina di volontari operativi. 

In questo lungo periodo l’Associazione ha effettuato numerose missioni in Bosnia, Albania, Kosovo, Romania ed interventi umanitari in Sri Lanka, India, Burkina Faso, Costa d’Avorio, Senegal. In Italia ha organizzato tirocini di studio per studentesse della scuola infermiere Medzinska Skola di Zenica (Bosnia), oltre a vacanze italiane per i bambini dell’Orfanotrofio Dom Porodica, dove promuove e gestisce anche una campagna di adozioni a distanza. 

Con oltre 100 interventi sanitari attuati in collaborazione con il Reparto di Pediatria dell’Ospedale di Fiorenzuola diretto dal dott. Ettore Pedretti, sono stati curati bambini e ragazzi stranieri con gravi patologie che non potevano essere assistiti nei loro paesi di origine: Bosnia, Albania, Kosovo, Romania, Afghanistan, Yemen, Ecuador, Iraq, Nepal, Iran. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Investito da una fiammata, gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento