FiorenzuolaToday

I giovani donano la loro birra e l’ingresso in discoteca, raccolti più di cinquemila euro

Tredici organizzatori di eventi hanno lanciato una raccolta fondi per acquistare almeno un ventilatore per la rianimazione. Dalla famiglia Pighi 30mila euro per due respiratori e 200 tute per medici e infermieri dal quartiere Torchina

Sopra un bar in una foto di repertorio. Sotto: la locandina della raccolta fondi, la vicesindaco di Fiorenzuola con i fratelli Pighi, i rappresentanti del quartiere Torchina

Gli organizzatori di eventi nel piacentino si uniscono, anche se in concorrenza tra loro, per un unico obiettivo: acquistare almeno un ventilatore per la WhatsApp Image 2020-03-20 at 22.13.06-2rianimazione di Piacenza. Tredici tra gruppi e associazioni (Pool Fiction Team, Collettivo 14, Dkb, Mad Night Crew, Explicit Events, Pettineros Events, Trunkrew, Amici della Zobia, Ladri di Fragole, Bulls Events, Madnight Squad, Nasty Equipe, Circolo Bykers Roveleto) hanno lanciato una raccolta fondi raggiungibile al link https://www.gofundme.com/f/ripartypiacenza che in circa quarantotto ore ha visto la partecipazione di centoquaranta donatori per un totale di 5.510 euro. «L'emergenza Covid-19 in Italia e nella zona di Piacenza non permette alle persone di poter uscire, di stare insieme – dicono gli organizzatori con, in prima fila, Luca Tiramani -. Rimaniamo distanti ma uniti, non uscendo oggi (e rimanendo a casa) per poter tornare a fare festa quando questo periodo sarà passato, ringraziando i nostri eroi in camice. Doniamo la nostra ''birra'', il nostro ''cocktail'', la nostra ''bibita'', la nostra ''pizza'' o il nostro ''ingresso in discoteca'' del weekend a favore di chi sta combattendo questa battaglia». Ora l’obiettivo della raccolta fondi è di 14mila euro, ovvero l’importo necessario per l’acquisto di almeno un macchinario per la respirazione. «Al raggiungimento dell'importo l'obiettivo verrà aggiornato a favore di un secondo, e così via».

Trentamila euro donati all’Ausl di Piacenza dalla famiglia Pighi di Fiorenzuola, proprietaria delle società Tal e Siderpighi, consentiranno di acquistare almeno WhatsApp Image 2020-03-20 at 16.54.04-2due macchinari per la respirazione, destinate all’ospedale di Fiorenzuola. «Io e mio fratello Francesco – spiega Giovanni Pighi – abbiamo contattato il direttore dell’area Marketing dell’azienda Usl di Piacenza rendendoci disponibili, grazie anche al prezioso contributo dei nostri dipendenti, a fare qualcosa di concreto per l’ospedale del nostro territorio che è in grande difficoltà a causa dei tanti pazienti ricoverati, colpiti dal coronavirus». «Con profonda gratitudine il Comune di Fiorenzuola apprezza il gesto della famiglia Pighi che contribuisce ad affrontare questa emergenza sanitaria» - ha detto la vicesindaco Paola Pizzelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

90617022_2630658500523659_7418046335720357888_o-2In seguito agli appelli del parroco don Giuseppe Illica e del sindaco Romeo Gandolfi, circolati in questi giorni sui social, nel ricordo di Cesare Zanotti lo staff della “Festa degli Aquiloni” del quartiere Torchina di Fiorenzuola ha donato all’ospedale duecento tute protettive per medici ed infermieri «che ogni giorno combattono questa battaglia ma purtroppo, a volte, con armi "spuntate"» - dicono. «Ringraziamo infinitamente tutto il personale sanitario e non, per quello che ha fatto, sta facendo e farà per combattere questo nemico invisibile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

  • Intrappolata nel locale del bancomat, 70enne salvata da Ivri e carabinieri

Torna su
IlPiacenza è in caricamento