FiorenzuolaToday

Il Comune risparmia sulle pulizie affidando il servizio a Fiorenzuola Patrimonio

Il Consiglio comunale dovrà esprimersi sull'affidamento del servizio in house alla società partecipata del Comune che «garantisce i principi di economicità, efficienza ed efficacia». Il sindaco Gandolfi: «Risparmio sulle casse comunali»

Foto di repertorio

Si prospetta un «evidente risparmio sulle casse comunali», in particolare «sui costi indiretti derivanti dai tempi necessari per espletare le procedure di gara», oltre ad un controllo sul servizio che sarà più «incisivo». Così il sindaco Romeo Gandolfi annuncia l’idea dell’Amministrazione, che si è concretizzata dopo le "risposte" ricevute dallo studio di fattibilità tecnica ed economica, di affidare la pulizia dei locali comunali alla società partecipata Fiorenzuola Patrimonio. Prima dovrà esprimersi, nella serata di mercoledì 20 novembre, il Consiglio comunale, di fronte al quale l’assessore al Bilancio Marcello Minari presenterà la delibera. Ma l’obiettivo di una gestione «vantaggiosa e conveniente» in termini di costi non è l’unico che si pone l’Amministrazione comunale: si punta soprattutto sulla qualità del servizio.

Ad oggi le pulizie sono effettuate, come previsto da una convenzione regionale che cesserà i suoi effetti il 31 dicembre, da una cooperativa bolognese. «Il Comune non ha personale a sufficienza e professionalità adeguate per svolgere direttamente questo tipo di lavoro. La società di proprietà comunale garantisce i principi di economicità, efficienza ed efficacia» e, dopo il rientro del prestito di 300mila euro concesso dall’Amministrazione in carica nel 2014, «ha una gestione in equilibrio» - si legge nella delibera. Inoltre «ha una dotazione adeguata alla gestione del servizio che andiamo ad affidare, oltre a mezzi e strumenti adeguati per operare in tal senso».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’affidamento in house costerà circa 90mila euro all’anno, per un totale di circa 273mila euro fino al 2022, ovvero la durata della convenzione, con un risparmio sul bilancio dell’Ente di oltre 20mila euro annui. «Un costo decisamente minore rispetto all’appalto precedente» - leggiamo sempre nel documento già in mano ai consiglieri. Le pulizie non riguarderanno soltanto gli uffici del Municipio in piazzale San Giovanni ma anche la biblioteca, la sede della polizia Locale in largo Gabrielli, la residenza protetta “Cavalli-Lucca” di corso Garibaldi, le palestre degli impianti sportivi comunali (scuole elementari e medie, campo sportivo).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

  • Intrappolata nel locale del bancomat, 70enne salvata da Ivri e carabinieri

Torna su
IlPiacenza è in caricamento