FiorenzuolaToday

«L’attuale amministrazione a Lugagnano non rispecchia la volontà di schieramento politico degli elettori»

L'ex candidato sindaco Andrea Bonfanti: «Farò un’opposizione pressante e attenta: considero questa posizione un nuovo punto di partenza»

Andrea Bonfanti

«L’attuale amministrazione a Lugagnano non rispecchia la volontà di schieramento politico degli elettori. I due terzi sono infatti orientati nel centro-destra. La vittoria della lista Vincini deve essere senza soddisfazione perché, come confermano i dati, il 66 per cento dei voti è andato in direzione opposta. Lugagnano quindi non appartiene al centro-sinistra». Lo afferma l’ex candidato sindaco di Lugagnano Andrea Bonfanti, all’indomani del risultato delle elezioni Amministrative nel suo Comune.

«Ancora più rammarico – prosegue in una nota - lo si prova nello scoprire la causa della caduta della mia parte politica. Fino a due giorni prima della presentazione delle liste, l’ex-sindaco Papamarenghi ha tergiversato su chi dovesse essere il leader e ha successivamente disatteso accordi quasi raggiunti in precedenza. Queste perdite di tempo e le prese in giro più o meno celate, hanno quindi portato all’inevitabile spaccatura della quale oggi tutti noi paghiamo le conseguenze. Si è anteposta la propria visibilità e l’egocentrismo a discapito del bene del paese e dei partiti che da sempre sono presenti sul territorio. Anche la campagna elettorale è stata concentrata sulla denigrazione della mia lista e della mia persona, una perdita di stile che francamente non mi sarei mai aspettato da ex-colleghi. Sono convinto che se un ex-sindaco avesse tenuto davvero al suo paese non avrebbe permesso accadesse un simile scenario».

Poi guarda al presente e al futuro: «Ora abbiamo fatto tutti un passo indietro nel tempo, siamo tornati ad un’idea di vecchia politica che sicuramente rallenterà la crescita di Lugagnano. Ciò che io posso fare a tutela della maggioranza di elettori, che è di centro-destra, è di vigilare sull’operato della nuova amministrazione. Farò un’opposizione pressante e attenta: considero questa posizione un nuovo punto di partenza. Nel prossimo futuro mi impegnerò anche a portare a Lugagnano la sede di  una rappresentanza Lega, partito al quale mi sento più vicino, nella quale tutti i cittadini sostenitori potranno riconoscersi. Io e la mia squadra non molliamo perché sentiamo il dovere di rappresentare la novità e la freschezza che verranno meno nei prossimi cinque anni».

Potrebbe interessarti

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Guida ai detersivi alla spina: perché comprarli e dove

  • Legge 104: chi può richiederla e come fare domanda

  • Solstizio d'estate: tra curiosità e riti magici, quello che non tutti sanno!

I più letti della settimana

  • Schianto fra Tir in A21, gravissimo un uomo. Autostrada chiusa e 12 chilometri di coda

  • Pestate in casa da cinque rapinatori incappucciati, due donne all'ospedale

  • Trovato alla guida ubriaco fradicio alle 10 di mattina, denunciato 

  • Ingerisce cocaina per sbaglio, gravissimo bambino di un anno

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta contro il guard-rail, 24enne all'ospedale

  • Scivola mentre raccoglie fiori e fa un volo di quattro metri nel torrente, è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento