FiorenzuolaToday

Ospedale di Fiorenzuola, Trespidi: «Convocherò la conferenza socio-sanitaria una volta ricevuto l'esito della decisione del distretto di Levante»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Il presidente della Conferenza territoriale sociale e sanitaria della provincia di Piacenza Massimo Trespidi intende precisare alcuni passaggi che riguardano le verifiche in corso sull'ospedale di Fiorenzuola. “Ho ricevuto – ha chiarito il presidente Trespidi – nel pomeriggio di martedì 19 novembre la relazione tecnica del responsabile incaricato dal Distretto di Levante Roberto Cerioni, i risultati delle verifiche di idoneità statica elaborati dalla ditta Sicuring Srl di Firenze incaricata dall'Ausl e, infine, la perizia tecnica di idoneità statica redatta dai tecnici del Comitato “No alla chiusura dell'Ospedale”. Ricordo a tutti i soggetti coinvolti e alle organizzazioni sindacali che l'ultima riunione della Conferenza socio-sanitaria - convocata il 13 agosto scorso – si era conclusa con la scelta di investire il Distretto di Levante della responsabilità di assumere una decisione, una volta espletati tutti i passaggi tecnici, in merito al futuro dell'ospedale. Ad oggi non mi sono state inviate da parte del Distretto richieste scritte e motivate per convocare una nuova seduta della Conferenza”.

“In qualità di presidente della Conferenza  - continua Trespidi - non esiterò, così come da mandato assegnatomi dalla Conferenza stessa, a procedere all'immediata convocazione dell'assemblea una volta ricevuto l'esito della decisione assunta dal Distretto. Questo per chiarezza e per dovuta informazione a tutti, affinché ciascuno dei soggetti coinvolti non venga meno alle proprie responsabilità”.

“Ho sollecitato – conclude Trespidi – e ritengo utile per tutti un confronto, in tempi brevissimi, tra i tecnici di Sicuring, del Comune di Fiorenzuola e del Comitato affinché chi è competente in materia possa adeguatamente dialogare e proporre la migliore soluzione per l'ospedale”.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento