FiorenzuolaToday

Stufa di fortuna provoca un rogo nello stabile occupato abusivamente

I vigili del fuoco e i carabinieri sono intervenuti in via Europa dove si è sviluppato un incendio in una palazzina abbandonata e usata come riparo di fortuna. Già nel 2018 in un blitz interforze erano state sfrattate quattro persone

Una delle stanze della palazzina

Dall’immobile privato abbandonato nel quartiere Posta dei Cavalli, dietro l’ex albergo Sole, un gruppo di abusivi era già stato sfrattato a ottobre del 2018. L’Amministrazione comunale si era assunta l’impegno di «monitorare» affinché l'immobile non venisse nuovamente occupato, le varie porte e finestre erano state murate ma in qualche modo, nel tempo, sono riusciti a rientrare ed occuparlo. E qui, dove avevano trovato un riparo di fortuna, intorno alle 13 di venerdì 3 gennaio sono dovuti intervenire i vigili del fuoco e i carabinieri: il materiale accumulato nelle stanze, materassi, pezzi di legno e sporcizia ha preso fuoco. Da chiarire se si tratti delle stesse persone o di qualche altro senzatetto.

INCENDIO FIORE PALAZZO ABUSIVI2-2Il fumo fuoriusciva da due finestre e i residenti che abitano nella zona, notandolo, hanno chiamato i pompieri. Sono entrati insieme ai militari del Radiomobile della Compagnia di Fiorenzuola ma delle persone che vivono in quella palazzina degradata e pericolante, non c’era alcuna traccia. L’ultima volta che il sindaco Romeo Gandolfi aveva organizzato un blitz congiunto tra polizia Locale e carabinieri – era il 10 ottobre del 2018 – erano stati identificati tre marocchini e una ragazza italiana: quest’ultima venne denunciata per invasione di terreni ed edifici di proprietà privata. E mesi prima, era la primavera di quell’anno, la Giunta aveva emesso un’ordinanza nei confronti della proprietà per ripristinare in poco tempo l’area circostante la palazzina, rimuovendo la discarica che si era creata. Provvedimento non rispettato, o almeno in parte, costringendo il Comune a procedere con l’esecuzione d’ufficio dei lavori di smaltimento dei rifiuti.

Come quando le forze dell’ordine entrarono nell’immobile più di un anno fa, oggi le condizioni erano pessime e, molto probabilmente, peggiorate: su un INCENDIO FIORE PALAZZO ABUSIVI5-2lato era crollato quasi del tutto il soffitto, mentre le altre stanze erano annerite dal fumo dell’incendio che si è sviluppato, pare da una stufa costruita artigianalmente con alcuni bidoni di lamiera, utilizzata dagli occupanti per scaldarsi in queste sere di inverno. Vicino c’era un tavolo con degli avanzi di cibo e dei fornellini a bombola, queste esplose a causa del calore. A terra, invece, una distesa di materassi e di immondizia. La squadra dei vigili del fuoco di Fiorenzuola è entrata all’interno con gli autorespiratori e con un idrante hanno spento in poco tempo le fiamme.

«Interverremo nuovamente nei limiti che la Legge ci consente», spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Morganti, da noi interpellato. «Possiamo ordinare di sistemare o di abbattere», aggiunge l’architetto del Comune Elena Trento. E se i proprietari non rispettano l’ordinanza? - chiediamo: «Incorrono in una sanzione – aggiunge – e l’Ente si sostituisce a loro (come accaduto nel 2018, nda). È una procedura complicata e onerosa anche perché le spese le devono anticipare le casse comunali per poi recuperarle dalla proprietà».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assassinato Rocco Bramante, il boss dei nomadi di Caorso. Rappresaglia sinti: «Presto vendetta»

  • «Me l'hanno ammazzato davanti agli occhi. Rocco era un angelo: mai rubato neanche una caramella»

  • Autobus fuori strada si schianta contro il guard rail

  • Giovane accoltellato, aggressore preso in poche ore

  • Accoltellato in mezzo alla strada, gravissimo un 28enne

  • Bidella arrestata per aver rapinato una collega a scuola

Torna su
IlPiacenza è in caricamento