FiorenzuolaToday

Tra libri e social: le proposte dei sindaci per «tornare alla vita di sempre»

Studenti ancora a casa per l'emergenza coronavirus: Distante invita i concittadini a leggere un libro in una settimana. Arfani: «Foto e video sui social per tenere sempre davanti agli occhi il bello e il grande che è essere di Carpaneto»

Sopra due foto di repertorio. Sotto i sindaci Distante e Arfani

«Leggiamo un libro in una settimana?». È la sfida lanciata dal sindaco di Monticelli, Gimmi Distante, a giovani e non del paese della bassa in questo periodo di chiusura scuole per fronteggiare l’emergenza del coronavirus. «Avrete certo molto più tempo libero del solito anche dopo i compiti, la passeggiata. Sono certo che vi avanzerà almeno un’oretta in cui magari non sapete cosa fare». Da questa considerazione nasce la proposta del primo cittadino che per primo, sulla sua pagina Facebook propone il titolo di uno dei suoi libri preferiti: «“La politica economica italiana dal 1968 a oggi” di Salvatore Rossi. Vi sembrerà un po’ pesantino, ma io devo unire l’utile al dilettevole» - scrive ironicamente. E l’idea muove anche dal fatto di «provare, da un momento eccezionale come questo, a trovare uno spazio per voi, senza social, televisione, PlayStation: per alcuni magari non sarà una novità». Distante giunge quindi all’invito rivolto ai suoi concittadini: «Postate il vostro titolo della settimana che, magari potrebbe essere uno spunto per altri. Chiedete ai vostri genitori, insegnanti, amici e coinvolgete anche loro. Io nell’ultima settimana, lo ammetto, ho marcato visita, ma sono pronto a ripartire. Voi?» La biblioteca del Comune rimane chiusa ma se qualcuno avesse già un titolo in mente che non possiede o non riesce a trovare in libreria, può contattare l’indirizzo mail culturale.monticelli@sintranet.it. «Vedremo come accontentarvi!» - conclude Distante.

Coinvolge i suoi concittadini anche il sindaco di Carpaneto Andrea Arfani, «seguendo il percorso aperto da alcune città più grandi». «La nostra comunità – scrive - sta affrontando alcuni momenti duri, di sacrificio, di impegno. Tutti siamo messi alla prova. Alcuni gruppi e alcune categorie in modo particolare. Stiamo lavorando per sbloccare questa situazione, per ritornare alla normalità, garantendo sempre in primis la salute delle persone». Il sindaco lancia quindi un appello «alla normalità, alla valorizzazione del bello, che non si ferma mai. Proviamo a fare questo: utilizziamo, su Facebook e Instagram, l'hashtag #carpanetocelafasempre. Postiamo foto, video, pensieri, momenti di vita, che facciano tenere sempre davanti agli occhi il bello e il grande che è essere di Carpaneto. Tutto ciò che riguarda la vita di ognuno di noi può essere postato, e condiviso». Conclude Arfani: «Dobbiamo tornare alla vita di sempre, con l'attenzione che la situazione ci richiede. Lo sappiamo, lo abbiamo imparato: #carpanetocelafasempre».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

DISTANTE ARFANI-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento