FiorenzuolaToday

«Riconoscenza ed ammirazione per Liliana Segre», la minoranza chiede la cittadinanza onoraria per la senatrice

I consiglieri di Pd, M5s e Sinistra per Fiorenzuola hanno sottoscritto una mozione da presentare in Consiglio. «Segre costituisce un esempio per il Paese e di ispirazione a tutte le giovani generazioni»

Liliana Segre

«Riconoscenza ed ammirazione, per il suo impegno e per il suo messaggio contro l’odio e l’indifferenza, nei confronti della senatrice Liliana Segre», sopravvissuta alla tragedia dell’Olocausto e vittima nei giorni scorsi di minacce e insulti, tanto da dover richiedere, per lei, la scorta della polizia. I consiglieri di minoranza del Comune di Fiorenzuola, Paolo Savinelli (primo firmatario), Sara Lusignani e Carlo Marchetta (Pd), Nando Mainardi (Sinistra per Fiorenzuola), hanno sottoscritto una mozione per chiedere al sindaco e alla Giunta di «conferita la cittadinanza onoraria». In questa direzione si sono già mossi i consiglieri di minoranza di Piacenza e di tantissimi altri Comuni italiani

«Negli ultimi trent’anni – si legge nel testo della mozione -, la senatrice Liliana Segre ha portato in tante scuole la sua testimonianza di ciò che furono le leggi razziali e la Shoah, l’odio, il razzismo e la discriminazione, dedicandola a tutti gli ebrei italiani, esclusi, umiliati e deportati, in particolar modo a quelli che non sono più tornati. Continua a farlo anche nel Senato della Repubblica, impegnandosi nel coltivare e rafforzare la Memoria, da lei stessa definita “vaccino prezioso contro l’indifferenza”, mettendo in campo azioni concrete di aiuto alla diversità e condanna rispetto ad azioni antidemocratiche e alle violenze».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E ancora: «Liliana Segre ha esaminato e scandagliato la storia e la contemporaneità promuovendo campagne per i diritti umani e per debellare il razzismo e l’antisemitismo che, secondo la senatrice, “non sono mai sopiti, solo che si preferiva nel dopoguerra della ritrovata democrazia non esprimerlo. Oggi è passato tanto tempo, quasi tutti i testimoni sono morti e il razzismo è tornato fuori così come l’indifferenza generale, uguale oggi come allora quando i senza nome eravamo noi ebrei”». Infine, scrivono i consiglieri a sostegno della loro richiesta, «Segre rappresenta una delle figure più nobili della Nazione e il suo impegno civile, anche contro i discorsi d’odio, costituisce un esempio per il Paese e ciò deve essere di ispirazione a tutte le giovani generazioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento